P.IVA 08020111004

CITY MILL

CITY MILL

 

PREMESSA

Al giorno d’oggi le distanze tra i luoghi dove si abita e i luoghi dove si compra o si passeggia (quando non coincidono) si sono dilatate a tal punto che spesso si sceglie di comprare on-line (senza muoversi da casa) o di passeggiare in grossi centri commerciali. Questa pratica si contrappone all’idea di città come insieme di spazi pensati per passeggiare, parlare, giocare e incontrarsi. I centri commerciali sono diventati le nuove periferie abitate contrapponendo la città progettata dall’uomo per comprare alla città progettata dall’uomo per l’uomo.

Lo spostamento in macchina è diventato indispensabile per poter raggiungere la “nuova periferia commerciale” proprio in un momento in cui le risorse stanno finendo e l’inquinamento del paese ha raggiunto livelli di guardia. Gli investitori investono ai margini delle città e gli abitanti si spostano per andare a passeggiare dentro edifici di cartone studiati ad arte per vendere prodotti.

 

L’IDEA

L’idea è avere abitazioni intorno ad un cuore fatto di spazi, verde e commercio ristabilendo la giusta distanza tra gli abitanti e la città da abitare proprio come succedeva fino a pochi anni fa. Lavorando sulle tre dimensioni CITY MILL sincronizza la distanza tra servizi ed abitanti non solo sul piano  xy come fino ad oggi è stato ma nello spazio xyz. Lo spazio dilatato sulle tre dimensioni permette di accogliere le nuove quantità commerciali e residenziali senza rinunciare al nuovo modo di intendere lo shopping e la vita sociale: ovvero alla necessità di avere grandi spazi capaci di proporre un’offerta variegata. Questo introduce inevitabilmente un nuovo complesso insieme di rapporti tra spazi pubblici, verde, servizi e residenze.

Gli spostamenti avvengono tutti con mezzi meccanici e/o a piedi all’interno di CITY MILL contribuendo alla riduzione dell’inquinamento .

 

ECO CITY MILL

Internamente una grande ruota/mulino azionata dalla forza del fiume genera l’energia necessaria a rendere autosufficiente l’intera città e a far funzionare tutti i meccanismi meccanici come le navette che servono tutta CITY MILL. in qualche modo c’è un ritorno al passato, a quando si sfruttava la forza dei fiumi per azionare congegni meccanici ma in CITY MILL il grosso mulino non aziona solo il sistema di ascensori e navette per gli spostamenti interni ma è usato come una vera e propria centrale idroelettrica capace di generare l’energia elettrica necessaria alla città.

 

THE SHAPE

 

le facce di CITY MILL racchiudono il cuore di servizi e spazi verdi e sono caratterizzate da grandi tagli (come se fossero bucature di un semplice prospetto) che permettono l’ingresso della luce e dell’aria all’interno della città. In corrispondenza di detti tagli sono localizzate le zone verdi mentre negli spazi coperti sono posizionate le piazze, i servizi e gli spazi attrezzati per il divertimento.

Le due facce orizzontali di CITY MILL sono invece destinate rispettivamente a commercio quella più basso e a residenza quella in alto. Tutti i lati di CITY MILL ospitano una varietà di spazi pubblici infatti sulle facce verticali in corrispondenza dei grossi buchi si trovano piazze e spazi di sosta con doppio affaccio, interno ed esterno, mentre le due facce orizzontali sono organizzate su una maglia regolare che ospita anche essa insieme al commercio sul piano basso ed alle residenze in alto anche piazze e percorsi orizzontali.

 

HOUSING

CITY MILL offre tagli abitativi (dai 40 mq circa ai 200 mq circa) e tipologie edilizie. Infatti in copertura si trovano case a patio simplex e duplex mentre sulle facciate esterne sono posizionate case a ballatoio duplex e simplex. L’affaccio principale degli alloggi posizionati sulle facciate verticali di CITY MILL è sempre verso l’esterno mentre sul lato dei ballatoi presentano solo bucature alte utili per far circolare l’area all’interno dell’alloggio. Per questo si è scelto di avere alloggi stretti e lunghi con grosse vetrate che affacciano sull’esterno mentre per quanto riguarda le case a patio ogni alloggio è dotato del proprio giardino. Gli alloggi sono serviti da percorsi/ballatoi che si affacciano internamente li collegano tra loro a tutti i piani sia orizzontalmente che verticalmente.

 

FACILITY

La circolazione intorno a CITY MILL è garantita da navette/ascensori che viaggiano in verticale ed in orizzontale percorrendo CITY MILL su tutti i lati durante tutte le ore del giorno e della notte.

Le navette si spostano dentro la pelle/struttura in corrispondenza dei passaggi/tagli verticali ed orizzontali sullo stesso piano del corpo degli alloggi senza interferire ne con il sistema di ballatoi interni ne con il sistema di spazi pubblici esterni.

I parcheggi sono posizionati sotto terra ai lati del fiume e sono direttamente collegati alla città con ascensori che portano alle fermate delle navette che servono tutto il sistema.

Nel cuore dell’edificio ci si sposta con un sistema di rampe, ascensori, e navette fanno vivere il cuore dell’edificio

 

CITY DREAM

CITY MILL è un luogo dove poter vivere contemporaneamente in comune e nella propria intimità. Uno spazio che da spazio alle nuove esigenze, ai nuovi modi di relazionarsi di divertirsi e di fare shopping. CITY MILL è una teca il cui involucro è la città ed il suo interno il mondo. Un mondo che non ha bisogno di comprare energia dalle multinazionali. CITY MILL è un microcosmo autosufficiente dove ci si vive e ci si diverte. Il suo polmone verde ossigena e decora questo mondo senza macchine dove per arrivare al cinema o andare al bar basta fare due passi andando un po’ in dietro nel tempo per andare verso il futuro .

CITY MILL

 

INTRODUCTION
Nowadays, the distances between the places where you live and the places where you buy or you walk, where they do not coincide, are expanded to such an extent that we often choose to buy on-line, without leaving home, or walking in big shopping malls. This practice is in contrast with the idea of cities as a set of spaces designed for walking, talking, playing and meeting. Shopping malls have become the new inhabited suburbs by opposing the city designed by men to buy, to the city designed by men for humans.
Using the car has become essential to reach the “new shopping suburban ” right at a time when resources are running out and the country pollution has reached dangerous levels. Investors invest in the city outskirts and the inhabitants move to go for a walk inside cardboard buildings artfully designed to sell products.

 

The IDEA
The idea is to have homes around a green areas and shopping activities core, thus re-establishing the right distance between the inhabitants and the inhabited city, just as it use to be until a few years ago. Working on three dimensions MILL CITY  synchronizes the distance between people and services not only on the “xy” plane as it used to be until nowadays  but in the “xyz” space. Spreading out the space in three dimensions allows the settlement of new residential and commercial areas, without sacrificing the contemporary shopping and social life concept;  in other words the need for large, qualified spaces to create many kinds of offers. This inevitably introduces a whole new set of relationships between public spaces, green areas, and residential services.
Within MILLCITY all movements take place with mechanical and / or walking network to reduce pollution.

 

ECO CITY MILL

Within the ECO CITY MILL a big wheel / mill operated by the river power, generates the needed energy to make the whole city self-sufficient ,and is able to operate all the mechanical mechanisms such as shuttles that serve the entire MILLCITY. Somehow there is a return to the past, a return to the times at which the power of rivers use to be utilized to operate mechanical devices. However within MILLCITY the big mill not only operates the mechanism of lifts and shuttle buses for domestic travel but it is also used as a real hydroelectric power plant capable of generating the electricity needed to the city.

 

THE SHAPE
MILL CITY sides contains the core of services and green spaces and are characterized by large cuts, as if they were just façade’s openings, that allow light and air entry inside the city. Green areas are located in correspondence of the cuts while squares, services and areas equipped for fun are positioned in correspondence of covered areas.
MILLCITY two horizontal sides are respectively utilized: the lower side for commercial activities and the upper side for residence. All sides of MILLCITY host variety of public areas. In fact, on vertical faces, in correspondences of the large cuts there are double facing, both internal and external, squares and parking areas. The two horizontal sides, instead, are set on a regular grid which houses, further to commercial activities and residence, also squares and horizontal routes.

 

 

HOUSING
MILLCITY dwellings have various sizes (approx. from 40 mq to 200 mq) and various building types. On the ceiling there are simplex and duplex patio dwellings while on the

external sides there are simplex and duplex balcony dwellings.

The main view of dwellings positioned on CITY MILL vertical facades is always outside, while on the interior sides have only high-positioned openings to allow air circulation. For this reason we chose to have long, narrow dwellings with large windows overlooking the outside.

As far as the patio houses, each apartment has its own garden. Dwellings are served by routes / balconies  internally overlooking that interconnect all levels both horizontally and vertically.

 

 

FACILITY
The circulation around MILL CITY is supplied by shuttles / lifts that travel vertically and horizontally along MILL CITY in all directions non-stop all day and night.
The shuttles move into the skin-structure along vertical and horizontal cuts. They are located on the same vertical level of housing block without interfering with its internal system of balconies and with the system of public outdoor spaces.
Parking lots are located in the basement on the river’s sides and are directly connected to the city with elevators that lead to the bus stop serving the entire system.
In the MILLCITY’s heart people move utilizing a system of ramps, elevators and shuttles which make its own heart beat.

 

DREAM CITY
CITY MILL is a place where people can live either in a community and in the privacy of one’s home. The space which gives space to new needs, to the new ways of relations, enjoyment and shopping.

CITY MILL is a theca: the involucre is the city and its inside is the world.  A world that does not need to buy energy from multinationals. CITY MILL is a self-sufficient microcosm where you live and enjoy. His green “lung” oxygenates and decorates this world without  cars in which you can get to the cinema or go to the bar or just go for a walk, going a little bit backwards in the past, to go into the future.

Share Button
Pin It